Menu Content/Inhalt

2.4 World Championship 2018

2.4 World Championship 2019

La classe internazionale ha confermato di aver accettato la candidatura dell'Italia per il mondiale 2019.

E' quindi con molto piacere che iniziamo fin da ora ad informare i soci che lo Yacht Club Italiano di Genova sarà il circolo organizzatore dell'evento che avrà luogo la prima settimana di ottobre 2019.

Beijing 2008 PDF Stampa E-mail

Imagedal sito Disvela http://www.disvela.it/ 

Olmi entra nella Top Ten a Qingdao
Dopo il fasto delle Olimpiadi si sono svolte a Qingdao, dall’8 al 13 settembre, sugli stessi campi di gara che hanno visto gareggiare i più forti campioni del mondo della vela, anche le Paraolimpiadi, i Giochi Olimpici riservati ad atleti diversamente abili.
Tre le classi in gara nelle Paralimpiadi: il 2.4mr, lo Skud 18 e il Sonar riservati rispettivamente a una, due e tre persone di equipaggio.
Quattro gli italiani in gara: Fabrizio Olmi, in classe 2.4mr e Marco Collinetti, Massimo Venturini e Antonio Squizzato in classe Sonar.
Il commento di Olmi sulle regate della classe 2.4: ”Qingdao e` stato un campo di regata molto difficile caratterizzato da poco vento e forte corrente di marea che invertiva la tendenza nelle prime ore del pomeriggio, sicuramente la fortuna nelle regate centrali non e` stata dalla mia parte. Il primo giorno di regata e` andato tutto sommato bene: (8-9), con vento su 8 nodi più o meno costante mi sono difeso abbastanza bene.

Il giorno successivo le cose hanno cominciato ad andare malino (8-12-16). Riuscivo a fare delle buone partenze e presentarmi alla prima boa in buona posizione, quando il vento saltava... ero sempre dalla parte sbagliata! In una prova addirittura di 60 gradi.
In una regata come questa non si può sbagliare niente che ti passano 4-5 barche senza rendertene conto. Ho pagato caro in due prove perdendo parecchie posizioni in un solo lato, sempre perché ero dalla parte sbagliata quando il vento saltava. Il terzo giorno una sola prova per mancanza di vento  (11).
Il giorno seguente il vento su 4/6 nodi che andava a diminuire, si è riusciti a recuperare solo due prove (13-16)
L`ultimo giorno sono andato molto bene (3-6): in questo caso fortunatamente ero dalla parte giusta, il vento era un po` più sostenuto (9-12) nodi con onda formata, sono sempre stato tra i primi e ho regatato bene verificando comunque una buona velocità.
Nel complesso le regate sono state molto “pesanti” per il  caldo e il poco vento ed hanno messo a dura prova anche i professionisti. Anche loro, sempre per i salti di vento, sono finiti in fondo alla flotta in alcune prove.
Tracciando un bilancio di queste paralimpiadi posso dire di essere soddisfatto, ho centrato l’obiettivo che mi ero proposto: entrare nei primi 10 velisti paralimpici.
Forse con qualche punto in meno avrei potuto finire ottavo o nono... I primi sette, per il momento, sono un’altra categoria! “

ImageIl 17 settembre Pechino ha fatto scendere il sipario con la quarta cerimonia spettacolare nel giro di poche settimane allo stadio Nido d'Uccello, per la conclusione delle Paralimpiadi. Uno spettacolo suggestivo con duemila ballerini in costumi sgargianti che hanno entusiasmato i 91.000 spettatori. "Queste sono state le Paralimpiadi più grandi di sempre", ha detto il presidente del Comitato parolimpico internazionale Philip Craven. "Lo spirito che ha sempre illuminato il nostro movimento ha trovato qui in Cina un'anima speciale ... un mondo, un sogno, un popolo sono diventati realtà".

ImageAnche per me sono state le Paralimpiadi più belle, dal punto di vista sportivo e umano, in Cina ho trovato un’accoglienza fantastica ed un entusiasmo incredibile supportato da un’organizzazione impeccabile. Grazie Cina!”
Un’altra sorpresa l’ho trovata a Milano, all’arrivo in aeroporto, dove c’erano ad aspettarmi gli amici del Circolo Velico AVAS , il Team Disvela di Lovere, amici e familiari con striscioni e bandiere per festeggiare la mia partecipazione a Pechino 2008. Grazie a tutti, grazie all’AVAS e Disvela per il supporto morale e soprattutto per quello tecnico-logistico che mi ha permesso di raggiungere questo importante obiettivo.”

classifica definitiva

 
< Prec.   Pros. >